martedì
13
ago 2013

Un arrembaggio per Sammy, il compleanno per Jolly Roger ed una festa per tutti.

DSC01189

Davvero un’iniziativa meravigliosa quella organizzata dal   Jolly Roger  per i suoi 15 anni di attività, “Un arrembaggio per Sammy”, questo lo slogan della giornata , è stata una festa nella festa,  perchè sulle loro 15 candeline, quelli del Jolly Roger hanno voluto che soffiasse anche Sammy Basso, la sua famiglia e i tanti che hanno raccolto l’invito di partecipare ad una giornata all’insegna dell’amicizia e della solidarietà.

Senza titolo-5Senza titolo-4DSC01046

Partite dall’accesso di Piazza Trento, le due imbarcazioni del Jolly Roger si sono date battaglia sul mare davanti il litorale jesolano, ospiti d’eccezione, Moreno Morello di Striscia la notizia e Sir Oliver Skardy dei Pittura Freska che si sono fatti promotori dell’evento e si sono calati perfettamente nella parte dei rispettivi capitani.DSC01071DSC01151DSC01191DSC01185DSC01196

Lo scontro in mare si è consumato a  suon di gavettoni e tanta acqua sparata e lanciata da entrambe le imbarcazioni, ed una festa che si è conclusa con il bottino più importante, 5.000 euro raccolti e devoluti all’ A.I.Pro.Sa.B. Onlus – Associazione italiana progeria Sammy Basso,  creata dalla famiglia di Sammy, una delle poche associazioni in Europa ad occuparsi di questa rarissima malattia.DSC01131

Quella di Sammy Basso è una di quelle storie che colpisce per la rarità della malattia e per i suoi effetti, ma stupisce anche  e lo fa soprattutto per come Sammy e la famiglia la affrontano e la vivono, la giornata di domenica è stato un esempio per tanti ed un motivo forte di riflessione per tutti.


 

“Non mi sono mai chiesto perché questa malattia sia capitata proprio a me visto che colpisce appena un bambino ogni otto milioni di persone, sono credente e ho sempre pensato che fosse questo il progetto di Dio per me.”

L’album completo con tutte le foto della giornata nella nostra pagina Facebook.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE

Metti una sera di primavera con l'artista.
Sognare non costa niente, eppure è una delle cose più preziose che abbiamo. Martina Pinto
Serata a Udine dai miei amici al Casabella Party 2013.
Bookmark and Share